Febbraio 21, 2024

Prostatite e dieta: gli alimenti consigliati e quelli da evitare

Esiste una correlazione tra dieta e prostatite? Sì. Ciò che mangiamo ha sempre effetti sul corpo e sulla salute. Ovviamente non si può pensare di curare una patologia, qualunque essa sia, solo assumendo determinati alimenti, ma una corretta alimentazione è consigliabile in ogni caso. Vediamo quindi quali sono gli alimenti da preferire e quelli da evitare in caso di prostatite.

Prostatite e dieta, gli alimenti consigliati
Qualsiasi dieta per la prostatite dovrebbe prevedere una buona quantità di liquidi – almeno due litri al giorno – in modo da mantenere l’organismo ben idratato e, al tempo stesso, aumentare la quantità di urina emessa per evitarne il ristagno e la conseguente moltiplicazione dei batteri. I liquidi possono essere assunti sotto forma di acqua, tè leggero, tisane non zuccherate e succhi di frutta, meglio se fatti in casa.

La dieta di una persona che soffre di prostatite, poi, dovrebbe essere ricca di alimenti leggeri e facili da digerire, con pochi grassi di origine animale.

A questi sarebbe bene abbinare cibi ricchi di vitamine, sali minerali, fibre e proteine.

Nello specifico, infatti, la vitamina C ed E, il Selenio e lo Zinco sono alleati della prostata: ecco perché è opportuno scegliere gli alimenti che ne contengano in grandi quantità.

Tra i cibi consigliati in caso di prostatite rientrano:

ortaggi;
frutta fresca;
cereali integrali;
legumi;
pomodori e guava, questi ultimi cibi alleati della prostata perché ricchissimi di licopene, molto utile nella protezione di questo organo maschile;
semi di zucca e soia, che possono prevenire l’iperplasia prostatica benigna;
spinaci, ricchi di vitamina E e beta carotene.
Gli alimenti sconsigliati nella dieta per la prostatite
Ci sono anche alcuni alimenti che sarebbe bene eliminare o almeno limitare nella dieta di chi soffre di prostatite. Tra questi:

bevande alcoliche, il caffè o le bevande che contengono caffeina;
cioccolato;
energy drink e succhi di frutta a base di agrumi, che possono irritare l’uretra;
zuccheri raffinati e spezie piccanti, come peperoncino e pepe, che possono peggiorare i sintomi della prostatite;
insaccati;
pesci e formaggi grassi, molluschi, frutti di mare e crostacei, tutti alimenti che tendono ad irritare il basso tratto urinario, quindi prostata e vescica.
Attenzione poi ai metodi di cottura: frittura e sistemi di cottura intensa e veloce sarebbero da limitare a favore di lessatura e cottura al vapore.