Dicembre 7, 2022

Papillomi: cause e prevenzione

Perché compaiono i papillomi?

Il papillomavirus umano, o HPV, è responsabile della comparsa dei papillomi. Esistono diversi ceppi del virus, oncogeni e non oncogeni. I ceppi oncogeni sono noti come ceppi a bassa o alta cancerogenicità. L’infezione con un ceppo oncogeno del virus aumenta il rischio che il papilloma si trasformi in un tumore maligno.

Il papillomavirus umano si contrae attraverso il contatto sessuale o domestico con portatori del virus. Non tutti coloro che entrano in contatto con il virus vengono infettati. Dopo un contatto sessuale, la probabilità di infezione è di circa il 70%, mentre il contatto domestico è meno probabile.

I papillomi si sviluppano più rapidamente in caso di indebolimento del sistema immunitario, ad esempio dopo una lunga malattia, dopo ripetuti periodi di sovraffaticamento o di mancanza di sonno, o dopo l’assunzione di farmaci che abbassano le difese immunitarie. Le variazioni dei livelli ormonali durante la gravidanza e il naturale declino dell’immunità durante la gravidanza possono portare a un aumento della crescita dei papillomi.

Il tasso di crescita dei papillomi è lento, ma durante la gravidanza non solo aumentano rapidamente di dimensioni, ma ne compaiono di nuovi.

Prevenzione dei papillomi a casa

Se si decide di trattare il papilloma a casa, è consigliabile consultare preventivamente un medico, che non solo effettuerà una diagnosi definitiva per evitare di confondere il difetto cutaneo con un’altra patologia, ma consiglierà anche il metodo migliore di correzione domestica.

La medicina popolare offre molte ricette collaudate nel tempo che hanno anche una certa attività antivirale e distruttiva. Quando si sceglie un rimedio popolare per i papillomi, si dovrebbero prendere in considerazione le seguenti formulazioni:

Succo di patata.

Il consumo ogni mattina di 100-200 grammi di succo di patate fresche rafforzerà l’immunità e migliorerà la salute generale, aiutando non solo a sbarazzarsi dei papillomi già formati, ma anche a prevenire la comparsa di nuove crescite.

Celidonia per i papillomi.

Il rimedio si basa sulla distruzione chimica della neoplasia da parte dell’acido di cui è ricca la linfa di celidonia. Per la procedura, oltre al succo, si possono utilizzare le foglie o l’infuso di questa pianta, acquistabili in farmacia. La manipolazione prevede l’applicazione a punti di celidonia sul difetto epidermico, a giorni alterni, con conseguente rigetto della neoplasia. Durante il trattamento dei papillomi di celidonia è necessario fare attenzione a non applicare il prodotto sui tessuti sani.

Trattamento dei papillomi con lo iodio.

Circa 3 grammi di iodio vengono mescolati con quantità uguali di aspirina e acido borico e diluiti con alcol. L’applicazione regolare di tale composizione sul papilloma ne determina l’eliminazione. Non utilizzare rimedi popolari a base di iodio per verruche e papillomi nella zona palpebrale o sulle membrane mucose.

Il trattamento dei papillomi con l’aglio.

La tecnica prevede l’applicazione quotidiana di uno spicchio d’aglio sulla crescita epidermica. Un trattamento regolare dei papillomi promette di liberare il paziente dai papillomi di qualsiasi localizzazione, soprattutto nelle mani.

La prevenzione dell’assenzio.

I rimedi erboristici per la prevenzione dell’assenzio mirano più che altro a rafforzare le condizioni generali dell’organismo e del sistema immunitario in particolare. Un decotto di assenzio, viola tricolore e semi di aneto è un eccellente tonico generale e immunostimolante.

Prima di scegliere una ricetta popolare per voi stessi, dovete sapere che non è possibile effettuare una prevenzione completa e definitiva del papillomavirus umano con mezzi popolari e tutte le formulazioni di cui sopra potrebbero non essere efficaci per un particolare paziente.

Tradotto con www.DeepL.com/Translator (versione gratuita)